MUSEO DELLA CIVILTÀ CONTADINA E DELL’ATTIVITÀ MOLITORIA
Madignano (CR)
L’esistenza del nostro mulino è documentata da una tavola dell’Estimo Dipartimentale dell’Alto Po risalente al 1805 ed è rimasto attivo sino alla metà degli anni ‘70 del Novecento.

Negli anni Novanta del secolo scorso è stato ceduto dagli ultimi eredi all’Amministrazione Comunale che, grazie anche al contributo dei privati, l’ha ristrutturato e lo ha reso un museo; da quel momento è entrato a far parte del Sistema Museale Cremonese e dal 2015 anche del M.O.ES.E - Sistema museale locale arte cultura e storia fra Serio e Oglio.

Il museo sorge al di fuori del centro abitato, lungo la Roggia Pallavicina, ed è facilmente raggiungibile anche dai non residenti attraverso l’ex strada provinciale Crema-Camisano, la ciclabile Madignano-Izano e la vicina stazione ferroviaria.

È un mulino a spinta da sotto, con l’acqua della roggia che sospinge le pale ricurve, le quali imprimono un movimento rotatorio antiorario di circa 7 giri al minuto. Tale soluzione è stata spesso adottata nella pianura Padana a causa della scarsa presenza di dislivelli.

A piano terra accanto alla cucina, dove è presente il camino che scalda tutti i locali, c’è il vero fulcro dell’edificio: la sala della macinatura; qui si trova l’apparato che trasporta il movimento della grande ruota idraulica esterna alle macine.

Un tempo le ruote erano due, ecco il perché del termine “Mulini di Sopra”.

Attraverso una scala interna si accede al piano superiore dove si possono visitare la camera da letto e le sale dove è allestita la raccolta di strumenti e attrezzi contadini in uso fino alla metà del XX secolo nelle nostre zone.

All’esterno dell’edificio si trova il portico utilizzato un tempo per le operazioni di carico e scarico dei prodotti.

Questo piccolo gioiello rappresenta uno dei cuori della cultura madignanese ed è un libro aperto sulle tradizioni contadine cremasche, che meritano di essere trasmesse alle giovani generazioni; a tal proposito proponiamo uno stralcio della poesia dialettale “Mulini di Sopra” scritta da Mari Schiavi nel 1994:

"...Le us adès j’è da tanta zént
che vé a trual
cume sa fà có j’amis dal cór,
an vècio ‘l s’è leat fin ai capèl
e ‘l varda töi chi bàfech con amór..."


"...Le voci adesso appartengono
a tanta gente
che vengono a trovarlo
come si fa con gli amici del cuore,
un vecchio si è levato fin il cappello
e guarda tutti questi oggetti con amore..."


La visita guidata al museo, da parte dei volontari, è gratuita ed è possibile prenotarla presso la Biblioteca Comunale negli orari di apertura; questa prevede anche la dimostrazione pratica del funzionamento del mulino, fin dalla fase della macinatura.

CONTATTI
Via Mulino, 7 - 26020 Madignano (CR)
Tel. 0373 65139 - interno 6
fax 0373 65632
info@museomadignano.it
cultura@comune.madignano.cr.it
https://www.comune.madignano.gov.it/museomadignano/
PRENOTAZIONI
Museo c/o Biblioteca Comunale
Piazza Portici, 4, 26020 Madignano (CR)Tel. 0373 65139 - interno 6
fax 0373 65632
ORARI DI APERTURA
il museo è aperto solo su prenotazione e durante le manifestazioni.
TARIFFE E SERVIZI
INGRESSO GRATUITO
SERVIZI
visite guidate, alle quali è possibile assistere alle fasi della macinatura.
I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo sito. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.
Leggi i dettagliAccetto